Shakespeare racconta Dante

Parte a Milano lunedì 26 febbraio la rassegna nazionale di reading teatrali

per i 460 anni dalla nascita di Shakespeare (1564-1616).

Brani tratti dal nuovo romanzo della trilogia 

“Dante di Shakespeare”

di Monaldi & Sorti (Solferino)

I protagonisti del teatro d’arte italiano leggono la vita di Dante Alighieri e la nascita della Divina Commedia narrate con scene dai drammi di William Shakespeare.

Appuntamento allo spazio Bolzano29, lunedì 26 febbraio ore 18:30 con Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini – presenta Oliviero Ponte di Pino – in collegamento da Vienna gli autori – Ingresso libero.

Parte a Milano allo spazio Bolzano29 (via Bolzano 29/A, metro M1 Rovereto) la rassegna di reading teatrali “Shakespeare racconta Dante“. Mariano Rigillo, in un affiatato tandem con Anna Teresa Rossini, interpreterà passi scelti da Dante di Shakespeare III – Come è duro calle, ultimo volume di una trilogia che narra la vita e l‘opera di Dante Alighieri come se uscissero dalla penna immortale di William Shakespeare.

Il prossimo appuntamento della rassegna sarà Roma il 7 marzo alla Fondazione Einaudi, con Giuseppe Pambieri. Poi il 14 marzo di nuovo Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini, stavolta nelle Marche, nella dantesca Senigallia, presente anche nel libro di Monaldi & Sorti. Sono in progetto tappe in diverse regioni fino a settembre, con nomi storici del teatro italiano tra cui Elisabetta Pozzi, Tullio Solenghi, Pamela Villoresi.

Il testo di Monaldi & Sorti ripercorre la vita di Dante e la nascita della Divina Commedia come se a farle rivivere fosse il talento scenico di Shakespeare: non un (impossibile) tentativo di imitazione, bensì la trasposizione delle scene originali dai drammi e commedie di Shakespeare, adattata alla biografia e all’opera del Sommo Poeta. È stato usato tutto il repertorio del Bardo: dai drammi del ciclo inglese, particolarmente in risonanza con le traversie di una vita trascorsa tra lutti ed esilio, fino alle pièces incentrate sul mondo di ninfe, spiriti e folletti, come la Tempesta e Sogno d’una notte di mezza estate.

Destinato a un «teatro da lettura», come gli autori stessi lo hanno definito, il testo, suddiviso in cinque atti come un dramma teatrale, conserva in parte la veste narrativa, e in parte invece assume il classico format della scrittura teatrale (ingresso e uscita degli attori, didascalie etc.). In tal modo il pubblico leggendo riceve l’impressione “trompe l’oeil” di stare a teatro (mentre invece leggere un vero copione teatrale da cima a fondo, come fosse narrativa, fa percepire nettamente che non è adatto alla lettura).

Monaldi & Sorti, che con Dante di Shakespeare III – Come è duro calle completano la loro trilogia su Dante e Shakespeare, saranno in collegamento da Vienna, dove la coppia vive e lavora.

Ospita e conduce l’evento Oliviero Ponte di Pino, docente di Letteratura e filosofia del teatro all’Accademia di Brera, figura autorevole del mondo editoriale milanese (dopo una lunga esperienza di vertice nel gruppo Gems, cura il palinsesto del Bookcity) e curatore tra l’altro di un’edizione completa digitale di Shakespeare (Garzanti). Bolzano29 promuove seminari, conferenze, presentazioni e dibattiti ed è ormai un punto di riferimento della scena culturale milanese. 

QUANDO E DOVE: Lunedì 26 febbraio, ore 18:30, Spazio Bolzano29, via Bolzano 29A, 20127 Milano (M1 Rovereto)

Event Details
  • Start Date
    26 Febbraio 2024 18:00
  • End Date
    26 Febbraio 2024 20:00
  • Status
    Expired
Event Details
  • Start Date
    26 Febbraio 2024 18:00
  • End Date
    26 Febbraio 2024 20:00
  • Status
    Expired
Ads