Il Museo dei Cappuccini decide di offrire il cappuccino ai suoi visitatori per ogni sabato di febbraio

Forse non tutti sanno che il cappuccino, tanto amato dagli italiani, venne così chiamato a Vienna nel 1638: fu forse il frate cappuccino Marco d’Aviano che aggiungendo il latte all’intenso caffè turco diede origine ad una bevanda dal caratteristico “colore cappuccino”, il marrone (originariamente più chiaro di oggi) del saio dei frati cappuccini. 

Questa è la tradizione, ma il cappuccino non è solo quello che si beve. E sull’onda delle tradizioni e delle storie, il Museo ha pensato di narrare la tradizione spirituale storica e artistica dei frati Cappuccini – che a Milano sono noti ai più per la significativa presenza caritativa – che si fonda sulla più antica storia francescana, di cui i cappuccini sono una parte.

Il Museo dei Cappuccini decide di offrire un proprio personale cappuccino, il sabato mattina, i cui ingredienti sono l’arte e la storia, insieme alla più nota bevanda a base di latte e caffè. Si propone quindi un breve ciclo di 4 incontri (sabato 27 gennaio; sabato 3,17,24 febbraio) e di lezioni sui grandi temi dell’arte e del francescanesimo e, nell’intervallo, si potrà gustare insieme un cappuccino. Tutti gli incontri, a cura di Rosa Giorgi, storica dell’arte, direttrice del Museo, saranno all’Auditorium dei Cappuccini in via Kramer 5.

Dopo aver celebrato, nel 2023, gli importanti centenari francescani della conferma della Regola e del Natale di Greccio, si entrerà con il 2024 nell’anno che fa memoria della stimmatizzazione di San Francesco. Al Museo continua la celebrazione dei centenari per mezzo dell’approfondimento dell’aspetto storico artistico e iconografico, con gli appuntamenti del Cappuccino dai Cappuccini, corso di arte e francescanesimo del sabato mattina, tra gennaio e febbraio. Il primo appuntamento sarà sabato 27 gennaio, dalle 9 alle 11 del mattino, con pausa cappuccino offerta.

CALENDARIO CORSO

IL CAPPUCCINO DAI CAPPUCCINI 

UN CORSO DI STORIA DELL’ARTE SUI TEMI DEL FRANCESCANESIMO 

Sabato 27 gennaio 2024 

Giotto, San Francesco e i francescani 

Nella prima edizione si era fatta la lettura approfondita del ciclo giottesco nella Basilica superiore di Assisi. Quest’anno si approfondiranno gli interventi successivi dello stesso maestro nella Basilica inferiore e il ciclo dipinto da Giotto nella Basilica di Santa Croce del 1325

Sabato 3 febbraio 2024 

Le “historiae” di San Francesco tra Duecento e Trecento 

Nella novità delle pale d’altare istoriate che si definiscono proprio in ambito francescano per la celebrazione di San Francesco dopo la canonizzazione, si vedrà la scelta e la diversa trattazione degli episodi della vita ritenuti fondamentali per la conoscenza del Santo di Assisi.

Sabato 17 febbraio 2024 

Il Ghirlandaio nel pieno Rinascimento toscano 

La Cappella Sassetti nella chiesa di Santa Croce a Firenze fu decorata con storie della vita di San Francesco per la devozione del committente, Francesco Sassetti, uno dei massimi pittori del momento, che realizzò qui uno dei più significativi cicli di fine Quattrocento.

Sabato 24 febbraio 2024 

San Francesco secondo El Greco 

El Greco, originale pittore di origine greca, naturalizzato spagnolo, ritornò più volte sull’immagine di San Francesco, rispondendo pienamente alle nuove esigenze e forme spirituali nel rinnovamento dell’iconografia dei santi che segue il Concilio di Trento.

STRUTTURA DEL CORSO 

9.00 – 9.45: lezione // 9.45 – 10.00: pausa cappuccino // 10.00 – 11.00: lezione 

Le lezioni saranno a cura di Rosa Giorgi.

È possibile iscriversi anche ai singoli incontri rivolgendosi ai seguenti contatti: segreteria@museodeicappuccini.it   //   027712250-584

La partecipazione al corso è a offerta libera, ma la prenotazione è obbligatoria 

***********

ULTIMI GIORNI PER LA MOSTRA SanFrancesco, ilNataleeGreccio.VariazionisultemadellaNativitàtraItaliaeFiandre 

Chiuderà sabato 3 febbraio la mostra temporanea SanFrancesco, ilNataleeGreccio.VariazionisultemadellaNativitàtraItaliaeFiandreorganizzata dal MuseodeiCappuccini di Milano, e inaugurata sabato 11 novembre, con la curatela di Rosa Giorgi, Direttrice del Museo. La mostra rientra nella programmazione delle celebrazioni dei centenari francescani, iniziati lo scorso anno con la celebrazione del centenariodellaregolafrancescana, un’occasione unica per ripercorrere un momento che ha cambiato per sempre la storia della Chiesa e della cultura occidentale. In particolare, a ottocento anni dal Natale vissuto a Greccio nel 1223, San Francesco, il Natale e Greccio. Variazioni sul tema della Natività tra Italia e Fiandre celebra il tema della Natività, e la vocazione francescana e clariana verso questa, ben espressa nell’opera inedita San Francesco e Santa Chiara in adorazione del Bambino Gesù, dipinto del caravaggista fiammingo Gerard Seghers, tra le opere più importanti della mostra.

ORARIDIAPERTURA del MUSEO:

Dal 12 novembre 2023 al 3 febbraio 2024 Martedì – venerdì dalle ore 15,00 alle 18,00 Sabato dalle ore 10,00 alle 18,00

Domenica e lunedì chiuso

Ingresso:libero, chi volesse può lasciare una offerta libera per sostenere il museo

Event Details
  • Start Date
    27 Gennaio 2024 10:00
  • End Date
    24 Febbraio 2024 20:00
  • Status
    Expired
  • Location
Event Details
  • Start Date
    27 Gennaio 2024 10:00
  • End Date
    24 Febbraio 2024 20:00
  • Status
    Expired
  • Location
Ads